LA NOSTRA PALESTRA REDAZIONALE

Andrea Sebastianelli

Direttore Responsabile

Daniela Di Rosa

Opinionista

Sandro Tabellione

Musica e Attualità

Bruna

Benelli

Psicologia

Mauro

Giovanelli

Politica e Cultura

Anna

Giovanetti

Poetessa

Camilla

Lombardozzi

Cinema

e Letteratura

Annarita

Rossi

Ambiente

e Animali

Vincenzo

Rufini

Teatro e Storia

Mariapia

Santangeli

Scrittrice

Luca

Sebastianelli

Collaboratore

Noga

Scrittore

Luigi

Serafini

Politica e Attualità

Franco

Carfagna

Disegnatore

Ermanno

Gatta

Vignettista

Sempre dalla parte dei cittadini

Questo giornale si chiama il Segno proprio perché vuole lasciare un “Segno” nell’informazione raccontando in modo semplice e disincantato le storie della nostra città; le vicende delle persone, i fatti che ci riguardano. Vogliamo parlare del nostro patrimonio storico, della ricchezza dell’ambiente naturale, della stratificazione culturale che caratterizza la nostra comunità. Senza dimenticare le vicende amministrative, dai cittadini alle istituzioni, cercando di approfondire la conoscenza dei problemi, quale primo elemento per una partecipazione democratica che possa incidere sulle scelte dell’amministrazione comunale.

Il Segno, nella sua versione di carta, è un giornale che sta sulla breccia da molti anni, ha raccolto centinaia di testimonianze in articoli, approfondimenti e inchieste che rappresentano un capitale culturale imprescindibile per capire meglio la nostra storia recente. In un panorama ricco di iniziative, il Segno è tra le esperienze editoriali più antiche, e ha saputo mantenere nel tempo una sua connotazione, fondata sull’esclusivo interesse per le informazioni e soprattutto sull’autonomia editoriale.

Un’autonomia resa possibile dall’indipendenza economica che caratterizza il nostro giornale. Non prendere soldi da nessuno, infatti, al contrario di quanto si possa ritenere, ha i suoi vantaggi. Perché l’indipendenza e la libertà di pensiero sono i beni più preziosi a cui non rinunceremo mai.

Il lavoro, disinteressato e volontario, dei tanti collaboratori del Segno ha costituito la base di una partecipazione plurale. Al contrario, il rischio è di officiare un rito, propinando solo notizie, spesso di seconda mano che, quando va bene, lasciano i cittadini nello stato di lettori passivi, altrimenti li trasforma in “gente” buona solo per esprimere un consenso elettorale.

Noi abbiamo l’ardire di pensare ai nostri lettori come i veri supporti di una continua, costante e tenace operazione culturale che confermi l’informazione come fulcro della democrazia. Anche per questo abbiamo deciso di ampliare la nostra proposta editoriale che, oltre al mensile cartaceo, si compone di questo sito Internet e di una pagina Facebook, strumenti che, messi insieme, ci permettono di fornire ai lettori un’informazione attenta non solo all’approfondimento delle notizie ma anche all’attualità più stringente.

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com