Autovelox, un 2017 da record. Previste multe per 670.000 euro

March 27, 2017

L'AUTOVELOX E LE MULTE STRADALI SONO SEMPRE PIU' IL BANCOMAT DEL COMUNE DI ROCCA DI PAPA PER RIPIANARE I BUCHI DI BILANCIO. IERI ERA VESSATORIO OGGI NON PIU'

 

Pensavamo che il record di previsione di incasso per le violazioni al Codice della strada lo avessimo raggiunto nel 2016, quando l’amministrazione prevedeva di incassare proventi per 520.000 euro. Nel 2017, invece, il Comune di Rocca di Papa prevede di incrementare ulteriormente tale cifra di ben 150.000 euro per un totale di 670.000 euro. Come al solito, cambiano i suonatori la musica è sempre la stessa.

 

Quando un bilancio è in rosso si mette in atto lo stesso sistema: utilizzare le multe, soprattutto l’autovelox, per portare un po’ di liquidità nelle casse comunali. La task-force è ormai entrata nel vivo, visto che il 28 febbraio 2017 è stato deciso l’impegno di spesa per il servizio di noleggio autovelox. Non solo, il nuovo affidamento prevede anche “il noleggio dell’apparecchiatura elettronica Velomatic 512D bidirezionale e Targa System 2.0 per il controllo delle autovetture con copertura assicurativa scaduta, revisione scaduta, veicoli rubati o sottoposti a fermo amministrativo con Tablet-Pc per il controllo immediato su strada di targhe e patenti”. Controlli giusti al fine di impedire che possano circolare veicoli non in regola ma resta da mandare giù il boccone dell’autovelox che sempre più spesso è il modo più semplice per mettere direttamente le mani nella tasche dei cittadini.

 

Prevedere di incassare nel 2017 la strabiliante cifra di 670.000 euro dalle violazioni al Codice della strada appare più una militarizzazione del controllo del territorio. La determina del settore Polizia locale n. 183, prevede l’effettuazione di “24 servizi mensili Autovelox più 10 servizi di controllo con Targa System 2.0 da effettuarsi contemporaneamente”.

 

(LEGGI QUI LA DETERMINA N. 183)

 

Per l’automobilista, insomma, non pare esserci scampo. Tornano alla mente le parole dell’attuale sindaco quando, da consigliere d’opposizione, riteneva una politica ingiusta quella di considerare l’autovelox una sorta di Bancomat dell’amministrazione Boccia, un modo sbrigativo per avere soldi sicuri da mettere in bilancio.

 

Parole lontane che, lette oggi, suonano come una beffa. Poi c’è la questione delle strisce blu, che si volevano abolire e che invece stanno sempre lì. Ma questo è un altro discorso.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com