Sanzionato l'assessore Rossetti per i mancati controlli alla BCC di Frascati

April 29, 2017

LA BANCA D’ITALIA HA SANZIONATO VINCENZO ROSSETTI, ASSESSORE DI FRASCATI CHIAMATO A ROCCA DI PAPA DAL SINDACO CRESTINI, PER «CARENZE NEI CONTROLLI DA PARTE DEI COMPONENTI DEL COLLEGIO SINDACALE». OLTRE A LUI E AL COLLEGIO, SANZIONATO ANCHE IL CDA E IL LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FRASCATI PER UN TOTALE DI 314.000 EURO.

 

Un’altra tegola sulla giunta di Rocca di Papa. Dopo il «caso Giannone» (LEGGI QUI) c’è anche la vicenda dell’assessore al bilancio di Rocca di Papa Vincenzo Rossetti, condannato a pagare 22.000 euro dalla Banca d’Italia che nei suoi confronti ha emesso un provvedimento sanzionatorio. Il provvedimento, redatto il 10 gennaio 2017 (LEGGI QUI), è stato pubblicato lo scorso 18 aprile, e si riferisce al ruolo ricoperto da Rossetti nel collegio sindacale della Banca di Credito Cooperativo di Frascati.

 

Per lui e per l’intero Collegio l’accusa è di “carenza nei controlli”. Un’accusa grave per un Collegio sindacale che, per compito, dovrebbe fare proprio questo: controllare.

 

L’elevata sanzione amministrativa è stata decisa dalla Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d’Italia e ha riguardato anche l’intero consiglio di amministrazione e il direttore generale della BCC di Frascati, condannati a pagare rispettivamente 22.000 e 24.500 euro per “carenze nell’organizzazione e nei controlli interni” (LEGGI QUI). Il totale del provvedimento sanzionatorio è di € 266.500 a cui si aggiungono altri 47.500 euro sanzionati alla Banca frascatana tramite il legale rappresentante pro tempore. Una bella somma per una piccola banca come quella di Frascati che, ricordiamo, recentemente è stata salvata dalla BCC di Roma. La BCC di Frascati, infatti, gestisce un solo sportello a Vermicino con 13 dipendenti, 29,6 milioni di euro di crediti alla clientela e una raccolta diretta di 47,1 milioni di euro. Una banca dalle piccole dimensioni, dunque, che sarebbe stato facile controllare. E invece il 2015 si era chiuso in perdita e soprattutto senza un prevedibile ritorno all’utile per gli anni successivi. Così è arrivato il salvataggio della BCC di Roma.

 

Fin qui la vicenda bancaria della BCC di Frascati con il ruolo esercitato da Vincenzo Rossetti all’interno del Collegio sindacale in qualità di presidente. Ora i professionisti sanzionati hanno annunciato ricorso alla stessa Banca d’Italia ma a leggere i due provvedimenti (il numero 6 e il numero 7) le irregolarità riscontrate dagli ispettori sembrano avere più di una giustificazione.

 

Infatti, il provvedimento è stato deciso non solo dopo aver valutato in modo approfondito le irregolarità ma anche dopo aver visionato le controdeduzioni presentate dal Cda e dai membri del Collegio sindacale.

 

Ma la questione ora assume anche una valenza politica visto che Vincenzo Rossetti dal 19 giugno 2016 ricopre il ruolo di assessore al bilancio del Comune di Rocca di Papa. Un ruolo delicato che dopo questa pesante sanzione rischia di subire un brusco ridimensionamento.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com