Antenne, questione Costarelle: ora l’ex direttore del Parco dei Castelli che dice?

QUAL È OGGI LA POSIZIONE DI SINIBALDI CHE NEL 2009 DICHIARAVA L’IMPOSSIBILITÀ DI INSTALLARE ANTENNE A COSTARELLE? PERCHÉ CIÓ CHE NON ERA FATTIBILE IERI, POTREBBE DIVENTARLO CON CRESTINI?

 

Mentre gli antennari e l’amministrazione Crestini starebbero attuando il loro piano di trasferire impianti e parabole in località Costarelle (area posta ai Campi d’Annibale sopra il centro storico di Rocca di Papa - LEGGI QUI) sarebbe interessante sapere che cosa ne pensa Roberto Sinibaldi, l’ex direttore del Parco Regionale dei Castelli Romani, che sulle antenne tenne addirittura un convegno insieme all’ex delegato Bruno Petrolati a poche settimane dall'nsiediamento di Crestini.

 

Ecco che cosa diceva nel 2009 Roberto Sinibaldi, in occasione della conferenza di servizi sulle antenne di monte Cavo e Costarelle: «L’Arch. Sinibaldi dell’Ente Parco ribadisce che l’art. 11 della legge 394/91 vieta qualsivoglia opera che possa deturpare l’ambiente […] a fronte di quanto sopra non è possibile posizionare apparati di trasmissione sia esistenti sia futuri in Montecavo Vetta e Costarelle». Capito? Non era possibile installare antenne sia esistenti sia future. Perché dunque quello che non era fattibile ieri potrebbe diventarlo con l’avvento di Crestini? Dipenderà dal fatto che oggi il nipote di Sinibaldi, Loisi, ricopre il ruolo di addetto stampa nello staff del sindaco, dopo aver curato la comunicazione della campagna elettorale dello stesso primo cittadino? Oppure dipenderà dal fatto che Sinibaldi ha proposto al Comune di Rocca di Papa una serie di visite guidate in nome e per conto di “Insieme per Rocca di Papa”, il gruppo politico che ha eletto il sindaco? Visite guidate che hanno già ottenuto il via libera dell’amministrazione Crestini.

 

 

LEGGI QUI LA VERSIONE INTEGRALE DELLA

CONFERENZA DI SERVIZI DEL 16 SETTEMBRE 2009

CON LE DICHIARAZIONI DI SINIBALDI

 

Durante quella conferenza dei servizi il direttore del Parco dei Castelli, Sinibaldi, fu chiaro. Come lo fu anche l’allora presidente Gianluigi Peduto che fece mettere a verbale: «Per il Parco dei Castelli Romani Monte Cavo e Costarelle sono all’interno di un’area naturale protetta e rammenta a tutti i presenti le peculiarità paesaggistiche, archeologiche e ambientali dei siti».

 

Che cosa è cambiato rispetto al 2009? Possibile che a Sinibaldi, ambientalista della prima ora, non sia venuto in mente di ricordare a Crestini che le antenne su Costarelle non si possono trasferire perché non è sito individuato dalla Regione Lazio? Per arrivare a questo risultato servirebbe una variante al Piano di delocalizzazione regionale, cosa che al momento non crediamo sia fattibile, eppure il Comune di Rocca di Papa starebbe conducendo una trattativa tesa ad arrivare a questa soluzione. Una soluzione che rischia di finire nei meandri della giustizia amministrativa, perché temiamo che i ricorsi non tarderanno ad arrivare. Anche tenuto conto che la stessa Regione Lazio, sempre nel 2009, esprimeva parere negativo all’utilizzo di Costarelle sia per le emittenti in analogico sia per quelle in digitale.

 

Facciamo nostre le parole di Sinibaldi di otto anni fa: «Non è possibile posizionare apparati di trasmissione sia esistenti sia futuri [...] a Costarelle».

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com