PER MASSIMO LITTA (PD) ARRIVA LA CHIAMATA: CRESTINI LO ASSUME ALL'URBANISTICA

September 27, 2017

IL NEO-SEGRETARIO DEL PD DI ROCCA DI PAPA, MASSIMO LITTA, DIPENDENTE DI GROTTAFERRATA, E’ STATO CHIAMATO DA CRESTINI (CHE ALLE PRIMARIE VINSE PROPRIO CONTRO IL PD) A RICOPRIRE UN RUOLO DI COMANDO PRESSO L’UFFICIO URBANISTICA DEL COMUNE. UNA VICENDA CHE NASCONDE UN VERO  E PROPRIO INCIUCIO POLITICO TRA CHI GOVERNA E CHI FA (ANZI: DOVREBBE) STARE ALL’OPPOSIZIONE.

 

Il 2 luglio viene eletto segretario cittadino del Pd. Qualche settimana dopo arriva per lui la  chiamata da parte del Comune di Rocca di Papa che lo vuole assumere per due mesi in posizione di comando presso l’ufficio tecnico. La doppia scalata di Massimo Litta ha qualcosa di memorabile, soprattutto se si tiene conto che il suo partito, il Pd appunto, a Rocca di Papa dovrebbe stare all’opposizione visto che Crestini vinse al ballottaggio (19 giugno 2016) proprio contro il Pd.

 

E invece per lui la poltrona di segretario sembra aver aperto altre porte. Come potrà ora Litta-segretario del Pd fare opposizione, considerato che Litta-dipendente di Rocca di Papa andrà a ricoprire il delicato ruolo di tecnico in uno degli uffici più complessi della macchina amministrativa crestiniana? E infatti opposizione non ne fa. Da quando è stato eletto non si ricorda un suo commento sulle tante questioni che attanagliano il paese, a cominciare dalla vicenda antenne.

 

L’inciucio, quindi, appare servito. Appena Litta viene eletto segretario del Pd, il 26 luglio è il sindaco di Rocca di Papa a richiederlo per due mesi al collega di Grottaferrata, per potersene avvalere per le esigenze del settore urbanistica con la qualifica di istruttore capo. Il 7 agosto arriva il via definitivo da parte di Grottaferrata e così il neosegretario del Pd roccheggiano approda a Rocca.

 

Ma non è finita perché Massimo Litta ottiene anche un’altra cosa: la modifica del proprio profilo professionale da agente di polizia locale (vigile), ruolo che ricopriva a Grottaferrata, a istruttore tecnico, ruolo che ricoprirà a Rocca di Papa. Non sappiamo se effettivamente il segretario del Pd il 21 agosto, giorno da cui partiva il suo nuovo contratto, si sia effettivamente presentato a corso Costituente per assumere l’incarico, sappiamo però che, per quel che ci hanno riferito fonti interne al Comune, il segretario risulta essere in malattia. Fino a quando non lo sappiamo.

 

Fatto sta che la vicenda Litta ha scoperto le carte di Crestini, alla ricerca di un partito in grado di dargli quell’autorevolezza politica che oggi sembra non avere (soprattutto in vista delle elezioni regionali del prossimo anno). Il partito democratico, di fronte alla vicenda Litta, è rimasto in silenzio. Se questa è la strategia del partito democratico per recuperare voti a Rocca di Papa, le altre forze politiche possono dormire sonni tranquilli. Soltanto la consigliera d’opposizione Silvia Sciamplicotti (l’unica esponente del Pd in Consiglio) ha invocato chiarezza sull’assunzione di Litta nell’ufficio urbanistica, chiedendone anche le dimissioni come segretario del Pd.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com