Minacce di oggi e minacce di ieri. Ciò che Crestini dimentica

November 30, 2017

 

 

La ex vicesindaco di Rocca di Papa, Veronica Giannone, ha denunciato pubblicamente e alle Autorità preposte, di essere oggetto di minacce da parte di persone non meglio identificate. Ha detto anche qualcosa in più. Che di tali minacce ne erano a conoscenza il sindaco Crestini, un consigliere comunale e un delegato molto vicino al primo cittadino, i quali l’avrebbero convinta a non presentare esposti specifici. Se tale affermazione sia vera o no sarà la magistratura a dircelo.

 

Il tutto nascerebbe per forti “interessi privatistici” nel settore dell’urbanistica, di cui la Giannone è stata assessore per circa un anno e mezzo. Ma la storia di minacce più o meno velate legate al famigerato mondo dell’urbanistica roccheggiana viene in realtà da molto lontano. Il 20 febbraio 2014 l’allora consigliere comunale Emanuele Crestini, inviò una lettera al Segno (che pubblicammo integralmente sul numero del 16-28 febbraio 2014), in cui l’attuale primo cittadino scrisse: «Se qualcuno prova a mettere il naso nei cassetti della Giunta, se quel qualcuno (come il sottoscritto, per esempio) si ritrova in mano documenti nei quali ricorre il nome del sindaco e dei suoi soci in affari, ecco che per incanto arrivano amici che ti “suggeriscono” che “è meglio che torni a fare i cappuccini a Frascati”».

 

Chi fossero questi “suggeritori” non si è mai saputo. Sappiamo però che tra il 2013 e il 2014 Il Segno, anche grazie al ruolo di consigliere esercitato da Crestini e alle sue richieste di accesso agli atti, si stava occupando degli stessi argomenti su cui oggi la ex vicesindaco ha puntato l’indice: la questione Calcare e la questione Giardino degli ulivi, oltre a pratiche di sanatoria fortemente sospette. Da osservatori ultradecennali del “pianeta Rocca di Papa”, possiamo solo mettere in relazione ciò che scriveva Crestini nel 2014 e ciò che denuncia oggi la Giannone: pressioni scaturite dal mettere gli occhi su questioni urbanisticamente delicate.

 

Infine, sulla recente nomina della nuova assessora all’urbanistica, la prof.ssa Barbara Barboni, da parte del sindaco, restano da chiarire i motivi che hanno portato alla sua scelta. E anche questo appare un argomento piuttosto interessante.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com