ALLA FACCIA DI CHI CE VO’ MALE… SI RIPARTE!

March 13, 2018

Il Segno in versione cartacea riprende le sue pubblicazioni. Tra una settimana il nuovo numero sarà in distribuzione, dopo cinque mesi di assenza in cui i cittadini si sono potuti rendere conto che cosa significhi avere a disposizione uno strumento di informazione indipendente e, soprattutto, libero dai partiti. In questi mesi Rocca di Papa ha visto il fiorire di nuovi (si fa per dire) giornali, uno chiaramente di governo leggendo il quale la nostra cittadina sembra il paradiso in terra. Dopo la neve e la pioggia, leggendolo ci siamo affacciati alla finestra aspettando che i soldi ci cadessero addosso come gocce d’acqua. Poi ci sono i giornali cartacei e online che, seppur mascherati da indipendenza, appaiono legati a questo o a quel politico, in alcuni casi un po’ a questo e un po’ a quello, tanto per non scontentare nessuno. Sono i giornali col guinzaglio, vanno sempre dove vuole il padrone. Che senso abbia fare un giornalismo asservito non l’ho mai capito e non lo capirò mai.

 

Il Segno nei suoi 17 anni di vita ha sempre avuto alti e bassi, con periodi (fortunatamente brevi) di interruzione perché il prezzo della libertà è proprio questo: quando l'unica linea editoriale è quella di non essere un giornale governativo, né di essere finanziato da chi comanda e da chi si oppone, inevitabilmente ti attiri addosso le ire e le maldicenze di quelli che avrebbero voluto comprarti: non solo i politici ma anche i loro soldatini, quelli che (come cani da caccia) vengono liberati per sbranare la preda. Preda che, però, in qualche modo riesce sempre a cavarsela.

 

Noi, ovviamente, saremo gli stessi di sempre con il nostro modo di affrontare i problemi del paese senza nascondere nulla ai lettori il cui diritto a essere informati in modo corretto e senza censure è sancito dalla Costituzione Italiana. Il penultimo appello lo rivolgo proprio ai nostri affezionati lettori affinché continuino a sostenerci con piccoli contributi che per Il Segno sono fondamentali.

 

L’ultimo appello, invece, va ai nostri inserzionisti, quei piccoli artigiani e commercianti che, stanchi delle chiacchiere e delle promesse a vuoto della politica, sono la vera ossatura produttiva di Rocca di Papa, coloro che con il loro lavoro quotidiano fanno in modo che il nostro paese ancora resista alla crisi socio-economica: continuate a sostenerci con il vostro spazio pubblicitario. I nostri articoli a volte vi possono anche non piacere ma il vostro sostegno lo meritiamo lo stesso perché abbiamo dimostrato di non avere nessun potente dietro di noi ma solo il coraggio delle nostre parole.

 

Libere e indipendenti. Sempre.

 

Il Direttore Responsabile del Segno

Andrea Sebastianelli

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com