ELEZIONI REGIONALI 2018 – Il boom di Zingaretti a Rocca non si è visto. Ininfluente l’appoggio di Crestini: il confronto con il 2013

March 6, 2018

Anche alle elezioni regionali, dopo le politiche, la spinta del sindaco di Rocca di Papa, Crestini, non si è fatta sentire, anzi, potrebbe aver fatto perdere voti. Questo è il dubbio che in queste ore assilla il Pd e il centrosinistra locale visto che Rocca di Papa non è stata decisiva per la rielezione di Zingaretti attestandosi addirittura sotto la media regionale e provinciale. Nel nostro paese, infatti, sia il Pd sia il rieletto Zingaretti, hanno raggiunto risultati molto al di sotto di quelli raggiunti nei comuni vicini, piazzandosi ai posti finali di queste due classifiche. Solo il comune di Marino (28,1%) ha fatto peggio di Rocca di Papa (32,6%) nel sostegno a Zingaretti, ma a Marino c’è un sindaco grillino e quindi era prevedibile.

I VOTI OTTENUTI DA ZINGARETTI E DAL PD

Guardando i voti ottenuti da Zingaretti ai Castelli Romani viene da saltare sulla sedia: a Monte Porzio il governatore uscente si attesta quasi al 39%, 38% a Grottaferrata e 37 a Frascati e a Genzano. Il 32,6 ottenuto a Rocca di Papa è un insuccesso clamoroso.

 

Guardando poi i voti ottenuti dal Pd, la questione non cambia, con un partito locale penalizzato dall’ingresso di Crestini e che si piazza al penultimo posto con uno scarno 20,8%.

 

A poco sono serviti gli espedienti utilizzati in campagna elettorale da Crestini qualche giorno prima della campagna elettorale: mega-manifesti a colori affissi in tutto il paese (pagati ovviamente dai roccheggiani); un giornale a colori per esaltare i suoi rapporti con Zingaretti da cui i finanziamenti ottenuti dalla Regione; foto con il candidato Pd Marco Vincenzi diffuse in rete; articoli e post su decine di pagine Facebook, diffusi e commentati dal nuovo duo della comunicazione crestiniana, Rasebaldi. Un’intera giunta e quasi un intero consiglio comunale schierati con Zingaretti.

 

Senza contare gli esponenti politici di primo piano non presenti in consiglio ma schierati con il governatore uscente. Insomma, una corazzata che avrebbe dovuto fare di Rocca di Papa la roccaforte di Zingaretti e invece così non è stato. Se il parametro per ottenere finanziamenti fosse quello prospettato da Crestini, Rocca di Papa non dovrebbe più ricevere contributi dalla Regione, visti i risultati. Ma fortunatamente i contributi vengono concessi in base ai progetti e non in virtù delle simpatie o delle antipatie.

 

Rocca di Papa, invece, si attesta come una roccaforte grillina. La Lombardi, candidata alla Regione dei 5 Stelle, ha ottenuto il 28,6% dei consensi, poco sotto il risultato ottenuto nei due Comuni castellani guidati da sindaci pentastellati, Marino e Genzano. Positivo anche il risultato di Pirozzi, un 6% di tutto rispetto (il secondo tra i Comuni dei Castelli). Allo stesso modo Parisi, il candidato di centrodestra, si è appaiato molto vicino a Zingaretti, distanziato di appena 3 punti. Il centrodestra e la destra, insomma, a Rocca di Papa avanzano più che nel resto dei Castelli Romani. Bene anche Liberi e Uguali che, effettivamente, a Rocca di Papa può attestarsi come punto di riferimento della sinistra castellana.

 

A questo punto nel centrodestra locale è iniziato un grosso fermento: hanno cominciato a temere che ora Crestini, vista l’aria che tira, possa passare con loro, perché la cosa ormai è nota: dove si sposta fa perdere voti!

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com