Crestini ci ripensa: Rocca di Papa resta nel Sistema Bibliotecario. La smentita di Crestini e la risposta del nostro direttore

May 18, 2018

 

Dopo la decisione del sindaco di Rocca di Papa di uscire dal Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, ci eravamo appellati affinché il primo cittadino tornasse sui propri passi per il bene dei suoi concittadini e della cultura in generale. Dopo l’assemblea dei sindaci che fanno parte del Consorzio bibliotecario, tenutasi il 16 maggio a Genzano di Roma, sono arrivate alcune indiscrezioni che parlano di un ripensamento da parte dello stesso Crestini, anche in virtù delle tante proteste che aveva suscitato la decisione comunicata lo scorso 13 aprile con una breve lettera, senza peraltro fornire motivazioni plausibili. La decisione aveva colto tutti di sorpresa, a cominciare dai fruitori dei servizi bibliotecari che si erano detti molto amareggiati. Le critiche, insomma, erano piovute da ogni settore della vita cittadina.

 

Il passo indietro di Crestini (siamo però in attesa di una sua definitiva conferma), è una notizia importante perché l’uscita dal Sistema Bibliotecario sarebbe stato un danno esclusivamente per Rocca di Papa che, non potendo più usufruire dei servizi offerti dal Consorzio, avrebbe visto un ridimensionamento rispetto a quelli garantiti oggi dalla biblioteca di viale Enrico Ferri. Una biblioteca che, solo nell’ultimo anno, ha prestato quasi 6.000 libri (una media di 500 al mese) ad altrettanti roccheggiani, segno evidente di una struttura al pieno delle sue potenzialità e funzionalità, anche grazie al personale e alla direzione di Annalisa Gentilini.

 

Nei giorni in cui a Rocca di Papa si discuteva dell’uscita dal Sistema Bibliotecario, in un altro Comune dei Castelli si discuteva dell’esatto opposto: come dare maggiori responsabilità al Sistema Bibliotecario. È accaduto a Frascati. L’8 maggio si è svolto il consiglio comunale che vedeva al punto 5 dell’ordine del giorno, la «Convenzione integrativa per i servizi bibliotecari ed informativi relativi alla gestione della biblioteca comunale di Frascati - Affidamento gestione diretta al Consorzio “Sistema bibliotecario Castelli Romani”». (LEGGI QUI) Frascati, al contrario del nostro paese, non solo aderisce al Sistema consortile ma raddoppia la sua partecipazione. E stiamo parlando di una città come Frascati che, per proposte culturali, è forse l’unica realtà del territorio in grado di camminare con le proprie gambe nella gestione della sua biblioteca garantendone identici servizi. Quindi, se anche Frascati raddoppia ci sarà pure un motivo! Questo a dimostrazione che i vantaggi dell’adesione al Consorzio, che Rocca di Papa ha contribuito a fondare nel 1990, sono molti di più di quelli che si avrebbero restandone fuori.

 

Un plauso dunque al sindaco Crestini che ha avuto il buonsenso di tornare sui propri passi. Un plauso, infine, a tutti coloro (a cominciare dall’ex direttore della biblioteca di Rocca di Papa, Carlo Cofini) che esprimendo la loro contrarietà per la decisione assunta dall’amministrazione comunale, hanno dato vita a una presa di coscienza generale sul ruolo della biblioteca nell’accrescimento della cultura. Viva la biblioteca comunale di Rocca di Papa!

 

LA SMENTITA DEL SINDACO DI ROCCA DI PAPA

 

Dopo l’articolo pubblicato sul sito “Il Segno” in merito al rapporto fra il Comune di Rocca di Papa e il Consorzio Bibliotecario, mi preme chiarire che le nostre posizioni sono rimaste uguali rispetto alle dichiarazioni già fatte dall’Amministrazione Comunale nelle settimane scorse: alle condizioni attuali, per Rocca di Papa è molto difficile rimanere all’interno del Consorzio, soprattutto per motivi di bilancio.

Ovviamente, si stanno tenendo numerosi incontri fra le due parti per superare le criticità che ostacolano la continuità del rapporto fra Comune e Consorzio, ma sul tavolo ci sono ancora molte difficoltà da superare. Nonostante questo, il dialogo fra noi e il presidente De Righi è sempre aperto e animato da spirito di collaborazione.

Colgo l’occasione per invitare la stampa a chiedere conferme, smentite e/o approfondimenti presso i diretti interessati, in modo tale da evitare di divulgare informazioni approssimative e attribuire alle persone affermazioni non veritiere. Questa è la via per garantire ai cittadini il loro diritto di essere informati, in modo completo e non strumentale.

Il Sindaco Emanuele Crestini

 

LA RISPOSTA DEL NOSTRO DIRETTORE

Gentile Sindaco, queste voci erano circolate immediatamente dopo l'Assemblea dei soci del Sistema Bibiotecario tenutasi a Genzano di Roma il 16 maggio a cui Lei era presente. All'Assemblea erano presenti anche alcuni cittadini di Rocca di Papa desiderosi di ascoltare le sue ragioni per spiegare l'uscita dal Sistema consortile, ma lei ha fatto scena muta, cioè non ha parlato nella sede più opportuna per farlo. Avrebbe potuto spiegare ai presenti le ragioni della sua scelta di sciogliere la partecipazione al Sistema Bibliotecario, avrebbe potuto confrontarsi con i suoi colleghi sindaci e con i vertici del Consorzio, avrebbe potuto dialogare con i suoi concittadini intervenuti. Invece niente di niente, ha taciuto senza spiccicare parola. Prendiamo atto, comunque, che le indiscrezioni circolate dopo l'Assemblea erano infondate. Pensi che ci avevano creduto anche alcune persone che avevano avviato una raccolta firme a sostegno dell'adesione di Rocca di Papa al Sistema Bibliotecario. Motivo per cui avevano addirittura interrotto la petizione. Felici che, grazie al nostro articolo, lei sia uscito nuovamente allo scoperto su questo tema.

Andrea Sebastianelli

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com