UN COMANDO DEI VIGILI SENZA COMANDANTE MA COL FUNZIONARIO

 

Chi è il Comandante della Polizia Locale di Rocca di Papa? Apprendiamo che dal 1° marzo 2018 i vigili hanno un nuovo comandante, anzi un nuovo Responsabile… Sì perché il signor Giovanni Gatta già funzionario del settore risorse umane e partecipazione popolare, è stato investito dal sindaco di questa nuova veste (o divisa?) con un compenso di quasi 13mila euro l’anno che si va ad aggiungere allo stipendio.

 

Il Decreto del 23 febbraio firmato da Crestini, infatti, stabilisce “che il dipendente Giovanni Gatta possiede i requisiti previsti dalla legge per ricoprire tale ruolo categoria D2, con provata esperienza professionale, e tale incarico riguarda esclusivamente funzioni di gestione amministrativa e non di pubblica sicurezza, le quali verranno affidate al dipendente o dipendenti del settore polizia locale dallo stesso individuati”. Cioè: Gatta non può svolgere funzioni di pubblica sicurezza ma può affidare tali incarichi ai vigili da lui stesso individuati. Come a dire che uno non ha le prerogative per fare il cuoco ma può scegliersi l’aiuto cuoco. Non può fare l’avvocato del Comune ma può individuare chi lo possa fare. Non solo: i turni del personale in forza alla Polizia locale chi li decide? Giovanni Gatta o qualcun altro?

 

LEGGI QUI IL DECRETO FIRMATO DAL SINDACO

 

In un altro punto si stabilisce che “le funzioni di comandante del servizio di polizia locale saranno attribuite al dipendente o ai dipendenti individuati dal sig. Giovanni Gatta, in servizio presso lo stesso settore di polizia locale…”. Anche in questo caso ci sembra piuttosto strano che un funzionario (non dirigente) possa nominare il Comandante della Polizia Locale, visto che tale nomina spetta esclusivamente al Sindaco che è il capo dei Vigili.

 

Oltre ai suddetti dubbi di natura giuridica circa la nomina di un generico Responsabile di settore comunale a capo (di fatto) della Polizia locale, sono anche altre le questioni su cui è opportuno ragionare. Per esempio: le ordinanze di modifica alla circolazione stradale o di divieto di sosta emesse dal 1° marzo in poi portano la firma di Giovanni Gatta (LEGGI QUI UNA DELLE ORDINANZE FIRMATE e ANCHE QUI). Poteva firmarle? Ci chiediamo se tutto ciò sia consono e a norma di legge, visto che chi non ha compiti di Polizia Locale non può emettere atti di limitazione al Codice della Strada, cosi come confermato dall’art. 12 del Codice della Strada (espletamento dei servizi di Polizia Stradale).

 

LEGGI QUI L’ARTICOLO 12 DEL CODICE DELLA STRADA

 

A seguito di tutto ciò ci sono altre legittime domande che dobbiamo farci: se le ordinanze firmate da Giovanni Gatta non fossero valide, le sanzioni elevate in base a tali modifiche di circolazione al traffico sono legittime? E ancora: i verbali delle multe emessi dal Comando di Polizia Locale da chi vengono firmati?

 

Possibile che una cittadina di 18mila abitanti possa rinunciare ad avere un suo Comandante sostituendolo, di fatto, con un dipendente che con la Polizia Locale non c’entra nulla? E perché i consiglieri comunali d’opposizione su questo tema sembrano far finta di niente? Possibile che nessuno si ponga le domande che noi, nel nostro piccolo, ci siamo poste? Il rischio di questa nomina a dir poco discutibile potrebbe essere l’annullamento di centinaia di verbali visto che il responsabile del procedimento deve possedere precisi requisiti stabiliti dalla legge e dalle norme in vigore.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com