Le conversazioni private dei consiglieri registrate di nascosto dal sindaco

July 19, 2018

L’argomento che questo giornale tratta da mesi, cioè l’esistenza a Rocca di Papa di un sistema basato su ricatti e intimidazioni che diversi consiglieri comunali (con l’aggiunta della ex  vicesindaco e assessore all’urbanistica Giannone) dicono di aver subito per influenzare le loro scelte politiche, si arricchisce di un nuovo elemento per niente trascurabile. A renderlo pubblico è stato un altro consigliere comunale, Massimo Grasso, il quale sulla propria pagina Facebook lo scorso 21 maggio ha postato un videomessaggio in cui accusa apertamente il sindaco di Rocca di Papa, Crestini, di registrare conversazioni private dei consiglieri comunali. «Caro Sindaco - così esordisce l’avvocato Grasso - lei pensa di essersi comportato sempre onestamente? Mi è capitato di prendere coscienza del fatto che il nostro beneamato sindaco ha registrato una conversazione tra chi vi parla e lo stesso sindaco e poi questa conversazione è stata riportata all’interno di atti giudiziari, ma riportata da terzi, non da lui, ma da soggetti terzi che non c’entravano niente».

 

Il riferimento di Grasso, appare evidente, è alla denuncia che la ex vicesindaco Giannone avrebbe presentato nei suoi confronti e nella quale, appunto, sarebbe contenuta la registrazione della conversazione privata intercorsa tra Grasso e Crestini. Continua Grasso: «Come si chiama questa sua condotta sindaco? Scandalosa! Lei si dovrebbe vergognare per quello che ha fatto. Io non ho parole, ripeto: si vergogni!». Poi Grasso prosegue approfondendo i concetti di onestà e di correttezza applicati nei comportamenti umani.

 

Una denuncia pubblica molto grave poiché restano da chiarire i motivi che avrebbero indotto il sindaco di Rocca di Papa a registrare conversazioni private di un consigliere nell’esercizio delle sue funzioni, cioè quando ricopre contestualmente anche il ruolo di pubblico ufficiale. Perché il sindaco avrebbe fatto questa registrazione? Per quale motivo? E soprattutto: è legale tutto questo?

 

Grasso dice nel video di aver preso coscienza solo ora di questo comportamento di Crestini. Quindi viene il sospetto che il sindaco di Rocca di Papa abbia l’abitudine di registrare i suoi interlocutori mentre parlano, in gran segreto. L’avrà fatto anche con altri politici e con altri consiglieri comunali? Non lo sappiamo. Sappiamo però che una di queste registrazioni, come ha affermato Grasso, è finita in un fascicolo al vaglio della Procura della Repubblica di Velletri. Registrazione il cui contenuto al momento non è noto.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com