Rocca di Papa, crolla il valore delle case: in un anno -6,24%. Superati anche da Rocca Priora!

February 13, 2019

Il valore del mercato immobiliare a Rocca di Papa sta crollando inesorabilmente. A gennaio 2019 ha toccato il suo minimo storico: il valore medio al metro quadrato è arrivato a 1.581 euro, cioè circa 100 euro in meno rispetto all’anno scorso (1.686 euro). Questo significa che in 12 mesi il valore di un appartamento è diminuito del 6,24%. Se poi rapportiamo il dato di oggi a quello di gennaio 2017 la differenza in negativo è di 160 euro. Un'enormità! Nel corso degli ultimi 24 mesi, il prezzo richiesto da un venditore per un’abitazione a Rocca di Papa ha raggiunto il suo massimo ad aprile 2017, arrivando alla cifra di 1.747 euro al metro quadrato (cioè +166 euro rispetto a oggi).

 

 

Va leggermente meglio per il mercato degli affitti, dove a gennaio scorso il costo mensile al metro quadrato ha raggiunto la cifra di 7,43 euro, recuperando il minimo storico raggiunto nel mese di novembre 2018 (6,93 euro). Se rapportiamo il dato a quello di un anno fa (gennaio 2018) c’è stata però una diminuzione del 5,07%. Negli ultimi due anni, il valore più alto del prezzo richiesto nell’ambito del comune di Rocca di Papa è stato di 8,23 euro mensili al metro quadrato, rilevato nel mese di ottobre 2017.

 

LA SFIDA TRA I PAESI MONTANI:

ROCCA DI PAPA E ROCCA PRIORA

Se confrontiamo i dati di Rocca di Papa con quelli dei paesi intorno la situazione appare ancora più sconfortante. Evitiamo di fornire quelli relativi a Grottaferrata e Frascati per non demoralizzare i residenti nostrani, e guardiamo all’altra cittadina montana, Rocca Priora. Qui il mercato immobiliare si rafforza e fa registrare un valore medio delle case pari a un +0,57% da gennaio 2018 a gennaio 2019, evidenziando una crescita che, seppur lieve, certifica che un immobile non perde valore, anzi lo aumenta. A Rocca Priora il costo al metro quadro di un’abitazione ha raggiunto 1.440 euro.

 

Quelli fin qui analizzati sono i valori medi, cioè ottenuti sommando il costo al metro quadrato di appartamenti, attici, case indipendenti, rustici, ville e villette a schiera. Se andiamo a guardare nel dettaglio, emerge addirittura che per quanto riguarda gli appartamenti Rocca Priora è riuscita nello storico sorpasso: se a Rocca di Papa il valore di un appartamento è oggi di 1.454 euro al metro quadrato, a Rocca Priora tale valore è arrivato a 1.540 euro, 86 euro in più. Non proprio briciole, insomma.

 

Se osserviamo, per esempio, la tipologia delle villette a schiera il risultato è simile: a Rocca di Papa il valore al metro quadro è di 1.601 euro mentre a Rocca Priora è di 1.623 euro. Il settore dove il nostro paese continua a detenere una certa supremazia è quello delle ville: a Rocca di Papa il valore è di 1.760 euro mentre nella vicina Rocca Priora arriva a 1.341 euro. Una differenza di ben 419 euro al metro quadrato.

 

IL MERCATO IMMOBILIARE DEL LUSSO

Quest’ultimo dato ci dice anche che a Rocca di Papa l’unico mercato immobiliare che sembra avere ancora un valore è proprio quello del lusso, grazie alla presenza di numerose ville indipendenti, circondate da tanto verde, che ne fanno una meta ancora ambita. Anche in questo settore, però, si registra una perdita di valore se confrontiamo i dati di gennaio 2019 (€ 1.760) con quelli di aprile 2017 (€ 1.853). In circa un anno e mezzo chi aveva una villa ha perso 93 euro al metro quadrato.

 

La crescita di una paese dipende anche dall’attrazione che questo riesce ad avere rispetto a chi decide di acquistarvi una casa, spostando qui la residenza. Quali sono gli aspetti che convincono una persona a investire i propri risparmi in una città anziché in un’altra? Il primo aspetto riguarda le condizioni generali del paese: la pulizia e la sicurezza delle strade, il decoro urbano, la funzionalità di mezzi e uffici pubblici, la varietà del tessuto produttivo. In una parola: la gestione dei servizi. Facciamo un esempio: se qualcuno arriva a Rocca di Papa perché attratto da una proposta immobiliare, ecco che la prima cosa che vede (arrivando da via Frascati) è un bel deposito di macerie, subito dopo (all’imboccatura del ponte) nota un edificio vecchio e cadente (la cosiddetta “casa bello sguardo”) e arrivato a piazza della Repubblica si imbatte nello scheletro dell’ex albergo Europa. Non proprio un bel biglietto da visita! Se arriva da via Roma non va molto meglio visto che la strada è completamente dissestata. Insomma, i due maggiori ingressi del paese non giocano a favore di Rocca di Papa.

 

COME INVERTIRE QUESTO TREND NEGATIVO?

Intanto sarebbe sufficiente dare maggiore valore alla manutenzione ordinaria delle strade, a cominciare dalla segnaletica che in alcuni quartieri appare fatiscente, poi concentrarsi sulla pulizia delle strade e sulla gestione generale dell’ambiente. Un caso eclatante di questi giorni lo vediamo sempre su via Frascati, dove si trova il marmista: dei brutti pannelli verdi ne delimitano la proprietà e, cosa ancora più grave, all’interno sono stati potati degli alberi di castagno in maniera a dir poco vergognosa, hanno lasciato solo il tronco! Anche gestire in maniera corretta la cura degli alberi è un altro fattore che aiuterebbe a invertire la tendenza. Possibile che nessuno controlli come vengono effettuate le potature su alberi di settanta, novanta e cento anni?

 

Infine un altro segnale potrebbe essere la pulizia dei bordi stradali, lasciata al buon senso dei cittadini ma, evidentemente, non basta. I quartieri Campi d’Annibale, Vigne e Vivaro sono praticamente ostaggio di rovi ed erbacce senza che nessuno intervenga per ripristinare un minimo di decoro. Poi ci sono le facciate degli edifici e la presenza di vecchi impianti elettrici. Se alzate gli occhi camminando lungo il corso principale del paese, e vi guardate intorno,  vi accorgerete che ci sono centinaia di metri di cavi elettrici non funzionanti e decine di edifici fatiscenti. A chi giova tutto questo?

 

Dispiace insomma che una cittadina come Rocca di Papa che dovrebbe essere l’ideale in cui viverci essendo posta ad appena 20 chilometri da Roma e al centro dei Castelli Romani (quindi a poche decine di minuti da Frascati come da Albano, da Marino come da Genzano) si trovi in queste condizioni e con un valore degli immobili in continua discesa. È tempo di correre ai ripari!         

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com