Nel Pd le solite facce e così le primarie per Zingaretti sono un flop

March 5, 2019

Al di là della vittoria scontata di Zingaretti alla segreteria del Pd, analizzando il risultato delle primarie di Rocca di Papa emergono subito due aspetti che i dirigenti locali non vedono o fanno finta di non vedere. Il primo dato riguarda il numero dei cittadini che hanno votato: 439. Un numero che da solo dice poco o nulla ma che se confrontato con i votanti (371) alle primarie del 1° dicembre 2018 per scegliere il segretario regionale del Pd, qualcosa cominciano a dire. In tre mesi il partito è riuscito a mobilitare solo 68 cittadini in più, un dato che denota l’incapacità a coinvolgere uno spettro più ampio di persone.

 

Ma se confrontiamo il numero dei votanti di Rocca di Papa del 3 marzo scorso con quelli dei paesi vicini, abbiamo una vera e propria cartina di tornasole. Solo a Colonna e Monte Compatri i dem sono riusciti a fare peggio di Rocca di Papa, mentre si segnala l’exploit di Velletri (+942 rispetto alle primarie di dicembre 2018), Genzano-Nemi (+790), Albano (+760), Grottaferrata (+660 votanti), Frascati (+551), Ciampino (+495), Ariccia (+487), Marino (+469).

 

PRIMARIE 2018-2019 A CONFRONTO:

GUARDIAMO I RISULTATI AI CASTELLI ROMANI

Zingaretti, come si vede dalla tabella, ha fatto registrare un boom di partecipanti alle primarie rispetto a quelle per l’elezione del segretario regionale. Perché questo non è successo a Rocca di Papa dove si è registrato solo un +66?

 

FACCE DI IERI E FACCE DI OGGI

La risposta appare scontata e riguarda principalmente il fatto che gli esponenti del Pd locale invece di sparire (politicamente parlando) continuano a dettare la linea. Diciamoci la verità, vedere le solite facce al gazebo Pd non ha portato fortuna alla causa-Zingaretti. Alla base di questa assenza di cambiamento vi è un ragionamento sbagliato: secondo questi storici esponenti del Pd il fallimento dell’amministrazione Crestini rappresenta una sorta di riabilitazione del loro operato. Analisi semplicistica e sbagliata sotto tutti i punti di vista.

 

Diciamo una cosa ancora più chiara: i problemi che Rocca di Papa si trova oggi a dover affrontare sono nati con l’amministrazione a guida Boccia (Pd). Crestini ha rappresentato un ulteriore aggravamento di tali problemi, non essendosi dimostrato all’altezza di risolverli malgrado avesse ben chiara la situazione. I problemi creati ieri, quindi, sono gli stessi di oggi a cui se ne sono aggiunti di nuovi grazie a Crestini (vedi il “caso Costarelle” oppure il mega appalto per l’illuminazione o il finanziamento farlocco della pseudo fondazione benefica).

 

Se oggi i vecchi amministratori roccheggiani ritengono di essere visti come gli anti-Crestini a favore di un loro ritorno, non solo hanno sbagliato i loro calcoli ma non hanno ancora compreso le ragioni della sconfitta del 2016. I cittadini (specialmente quelli che si riconoscono nella sinistra) con la bassa partecipazione alle primarie per Zingaretti hanno voluto inviare un ulteriore segnale sulla necessità di chiudere al più presto i conti con il passato e aprire finalmente il partito a facce nuove, credibili e autorevoli.

 

Se gli attuali dirigenti del Pd (il segretario Litta in testa) non lo hanno ancora capito, a Rocca di Papa se non cambiano rotta sono destinati a ruoli sempre più marginali e, soprattutto, a stare all’opposizione per almeno un decennio.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il Segno prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com