L’importanza dei filmati girati sul posto prima e dopo l’esplosione

June 12, 2019

Le indagini della Procura di Velletri stanno procedendo a ritmi forsennati. Conoscendo l’operatività del Procuratore Capo Francesco Prete e del Sostituto Procuratore Giuseppe Travaglini la cosa non ci sorprende. Rispetto all’esplosione di lunedì scorso che ha provocato 16 feriti, però, c’è un tema rimasto fino ad ora ai margini: esistono filmati girati con i telefonini nelle fasi immediatamente precedenti lo scavo effettuato dai tre operai (al momento non indagati) e quelle successive fino al boato e alla devastazione che ha coinvolto la sede municipale?

 

Sembra che diverse persone, nella giornata del 10 giugno, abbiano effettuato delle riprese e la domanda che poniamo è se hanno messo a disposizione degli inquirenti tali filmati. Stando ad alcune voci che questa mattina circolavano a Rocca di Papa, sembrerebbe che lo stesso assessore ai lavori pubblici, Gianluca Zitelli, abbia effettuato una ripresa proprio nel momento in cui l’operaio per errore danneggiava la conduttura del gas. Nel caso tale circostanza rispondesse a verità, riteniamo che l’assessore l’abbia messa già a disposizione della Procura.

 

In questo tipo di indagini, le immagini rivestono un’importanza cruciale perché permettono di definire il trascorrere del tempo, la scena dell’incidente, le persone presenti (quindi testimoni) e forse risolvere il mistero della fascia di tessuto usata per tamponare artigianalmente e imprudentemente la fessura venutasi a creare nella tubazione. Più altri particolari che, ritenuti insignificanti da chi ha eseguito i filmati, potrebbero invece diventare importanti e decisivi nella ricostruzione generale dell’evento tragico.

 

Prima che qualcuno ci accusi di fare sciacallaggio su quanto accaduto, diciamo semplicemente che, da giornalisti, cerchiamo di porre interrogativi e di fare e farci domande con il fine di dare il nostro piccolo contributo per comprendere come sia potuta accadere una tragedia del genere che, solo per circostanze non ponderabili, non ha provocato morti.    

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com