Eseguita la perizia sul tubo del gas perforato: le indagini si concentrano su 90 minuti

August 6, 2019

In attesa del consiglio comunale di oggi (ore 17 presso il teatro civico di via San Sebastiano) che tratterà molti aspetti legati all’esplosione dello scorso 10 giugno, si sono svolte ieri le operazioni peritali sul punto in cui avvenne la trivellazione che provocò il danneggiamento della conduttura di gas. L’intervento, iniziato in mattinata, è andato avanti fino al tardo pomeriggio. Oltre all’Ing. Mara Lombardi dell’Università di Roma "La Sapienza", incaricata dalla Procura di Velletri, erano presenti anche i due indagati di Monte San Giovanni Campano (Frosinone) della società Tecnogeo, il titolare Emiliano Abballe e il fratello geologo Norman. I due sono difesi da uno degli avvocati più noti della Ciociaria, Nicola Ottaviani, che è anche sindaco di Frosinone in quota Lega. Ricordiamo che al momento c’è anche un terzo indagato, il geologo Leonardo Nolasco (difeso dall’avv. Franco Moretti) che venne chiamato dal Comune di Rocca di Papa per seguire l’indagine geognostica sulle cavità del centro storico.

 

LE OPERAZIONI PERITALI

Dopo la rimozione dei detriti, eseguita dai vigili del fuoco, la perizia si è concentrata sul punto esatto di trivellazione che è risultato completamente intatto. Questo sta a significare che la deflagrazione è avvenuta esclusivamente all’interno del palazzo comunale che ieri non è stato possibile ispezionare per questioni legate alla sicurezza.

 

L’inchiesta diretta dal sostituto procuratore Giuseppe Travaglini sta dunque proseguendo, anche se i tempi per la chiusura delle indagini potrebbero allungarsi visto che le altre operazioni peritali, tra cui quelle più attese all’interno della sede municipale, piuttosto complesse, riprenderanno a settembre. Come noto le ipotesi di reato per i tre indagati sono di duplice omicidio colposo (per la morte del sindaco Crestini e del delegato Eleuteri), disastro colposo e lesioni.

 

CHE COSA È ACCADUTO IN QUEI 90 MINUTI?

Gli accertamenti eseguiti hanno dimostrato un dato inequivocabile: dal momento della perforazione della tubazione di gas all’esplosione (avvenuta tra le 11,15 e le 11,30) sarebbero trascorsi circa 90 minuti. La perforazione, dunque, si sarebbe verificata in un orario compreso tra le 9,45 e le 10. E sarà proprio su questa ora e mezza, principalmente su chi-doveva-fare-cosa e che cosa invece è stato fatto, che si stanno concentrando le indagini. L’altro aspetto che le perizie dovranno chiarire riguarda l’esistenza di dispositivi di sicurezza obbligatori che, in caso di emergenza, intervengono automaticamente per fermare l’erogazione del gas. Cosa che a Rocca di Papa non è avvenuta.

 

I DIPENDENTI COMUNALI INTERROGATI VARIE VOLTE

Il punto centrale dell'inchiesta è rappresentato dalle testimonianze di chi, il 10 giugno, era presente sul luogo della tragedia, a cominciare dai dipendenti comunali. Sia quelli presenti all'interno dell'edificio, sia quelli che sostavano all'esterno. La Procura avrebbe ascoltato più di una volta i testimoni (anche quattro volte), non solo per verificare la sovrapposizione delle varie ricostruzioni ma anche per stabilire il ruolo di ciascuno rispetto al piano di sicurezza e rispetto agli allarmi e agli interventi da mettere in campo. Anche su questo fronte potrebbero esserci delle importanti novità. 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il segno ottobre 2019 prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com