La lettera del Comitato: «I nostri bambini sono il futuro di Rocca di Papa e il nostro impegno è finalizzato esclusivamente per il bene del nostro territorio»

I genitori e le insegnanti del Comitato Insieme per la scuola, costituitosi a Rocca di Papa in seguito all'emergenza delle strutture scolastiche idonee per ospitare gli alunni dopo l'esplosione del 10 giugno scorso, ci hanno inviato questa lettera che, molto volentieri, pubblichiamo. Invitiamo tutti, a cominciare dalle Istituzioni, a leggerla con attenzione perché, tra le altre cose, si parla di tre aspetti molto importanti: la sicurezza delle scuole, il diritto dei bambini a studiare in luoghi idonei e la riapertura dell'edificio del centro storico rimasto danneggiato. Il fatto che delle mamme e delle insegnanti abbiano deciso di impegnarsi in prima persona denota non solo il coraggio di metterci la faccia ma anche la sincera presa di coscienza e responsabilità che ciascuna di esse ha voluto mettere in campo rispetto a problemi concreti che il nostro paese ha dovuto, e deve, affrontare. (Andrea Sebastianelli)  

 

LA LETTERA

DEL COMITATO

PER LA SCUOLA

In qualità di Comitato Insieme per la Scuola abbiamo avuto fin dall'inizio dei punti fermi, la sicurezza e la dignità dei bambini e la riapertura, una volta dissequestrata, della scuola Centro Urbano! Per far sì che questo avvenisse abbiamo iniziato fin da subito a cercare alternative valide e dignitose a quella del trasferimento delle elementari al plesso delle medie, recandoci personalmente presso strutture presenti sul territorio oppure reperendo informazioni telefoniche.

 

Purtroppo il tempo non ha giocato a nostro favore e una volta resoci conto che la strada da percorrere non era quella da noi indicata, abbiamo chiesto, preteso ed ottenuto un incontro pubblico tra comune e dirigenza scolastica per far sì che i genitori e la comunità tutta capissero finalmente come realmente stavano andando le cose. Dopo quell'incontro del 29 agosto, dove tra le altre cose abbiamo ottenuto la chiusura della palestra per l'elevata presenza di Radon, sono finalmente iniziati i lavori di adeguamento della scuola media, lavori di adeguamento antincendio (non ancora terminati), ampliamento dei servizi igienici (dei 6 water a piano previsti ne sono presenti 5), risanamento e pulitura delle aule chiuse e inagibili da anni, che andranno ad ospitare i bambini delle elementari.

 

Tanto c'è ancora da fare, non possiamo dimenticare il Radon per il quale continuiamo a chiedere la bonifica nel plesso delle medie e in quello del Centro Urbano oltre alle misurazioni in tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio, l'adeguamento del piano evacuazione in seguito all'aumentato numero di utenti e l'ampliamento delle uscite di sicurezza, una seria e duratura impermeabilizzazione del terrazzo onde evitare il ripetersi di infiltrazioni d'acqua nelle aule.

 

LA SCUOLA DEL CENTRO URBANO

Ma la cosa che più ci preme e per la quale non abbasseremo mai la guardia è la riapertura del plesso Centro Urbano; solo in quel momento potremo "cantare vittoria" e potremo dire che grazie anche al nostro impegno e alla nostra costanza Rocca di Papa si ritroverà con due plessi ristrutturati, per questo chiediamo al Comune e alla dirigenza scolastica di impegnarsi ognuno per le proprie competenze affinché i genitori non sentano l'esigenza di iscrivere i bambini altrove, i bambini devono poter restare nella loro scuola, nel loro territorio, la scuola centro urbano resta l'unica anima del centro storico non possiamo permetterci di perderla!

 

UN SERVIZIO SCUOLABUS EFFICIENTE

Per quanto riguarda la scuola materna Centro Urbano, i cui bambini sono rimasti coinvolti nell'esplosione del 10 giugno e ai quali va tutto il nostro affetto e solidarietà, le sezioni A e B sono state accolte dalle Suore di Ivrea mentre la sezione C è stata trasferita nella scuola materna Campi d'Annibale, non possiamo non sottolineare i conseguenti disagi per quei genitori che, spesso non motorizzati, si troveranno a dover raggiungere il plesso a piedi con bambini piccoli al seguito, chiediamo all'Amministrazione comunale di istituire un apposito servizio Scuolabus o, quanto meno, di allineare gli orari delle attuali navette Schiaffini con l'apertura e chiusura della scuola.

 

Vogliamo cogliere l'occasione per ringraziare la dirigenza scolastica per la continua e fiduciosa collaborazione dimostrata e che auspichiamo continui ancora, il Segno nella persona del direttore Andrea Sebastianelli che ci ha supportato (e sopportato) con la serietà e professionalità che lo contraddistinguono, tutti i genitori e i cittadini che hanno riposto la loro fiducia nei nostri confronti iscrivendosi al comitato, speriamo che in tanti continuino a farlo! Lunedì inizia la scuola, ci auguriamo che sia un anno il più possibile sereno per tutti, soprattutto per i bambini!

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il Segno prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com