ESCLUSIVA DEL SEGNO: ROCCA DI PAPA, IL PALAZZO DEI SEGRETI

October 2, 2019

L’ABUSIVISMO EDILIZIO A ROCCA DI PAPA E IL RUOLO DELLA POLITICA NELLE RIVELAZIONI DELL'INCONTRO SEGRETO DEL 18 FEBBRAIO 2019 PRESSO IL COMUNE LA NOSTRA INCHIESTA ESCLUSIVA

 

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

A Rocca di Papa, dopo l’esplosione dello scorso 10 giugno che ha provocato la morte del sindaco Crestini e del delegato Eleuteri, si torna a respirare un clima da elezioni. E tornando le elezioni torna immancabilmente il tema dell’abusivismo edilizio su cui da trent’anni la politica costruisce il suo consenso. Recentemente, infatti, la giunta comunale ha annunciato di aver affidato a un tecnico la perimetrazione dei nuclei abusivi per la somma di 33.000 euro. Perimetrazioni annunciate da anni e che, guarda caso, spuntano fuori oggi, con un consiglio comunale sciolto. Noi ci siamo domandati: ha senso fare oggi queste perimetrazioni visto che il piano regolatore è fermo in Regione da oltre un decennio e quindi è da rivedere completamente?

 

Da qualche mese si sentiva parlare di una riunione svoltasi presso il Comune di Rocca di Papa proprio sul tema dell’abusivismo, delle acquisizioni e delle perimetrazioni. Un incontro con alcuni cittadini vicini al Comitato Pro Case, il comitato nato nel 2016 per difendere gli abusivi incappati nella procedura di acquisizione. La riunione si tenne il 18 febbraio 2019 e non era aperta a tutti. Infatti il presidente del Comitato, Alessio Iadecola, non era tra gli invitati. E non lo era perché da mesi chiedeva incontri pubblici e non incontri segreti. La verità che il sindaco non dice è che negli incontri privati puoi raccontare tutte le balle che vuoi mentre in quelli pubblici non lo puoi fare.

 

Oggi, per la prima volta, siamo in grado di sapere che cosa è stato detto nell’incontro di sette mesi fa e i fatti che emergono sono molto gravi. Ascoltate con molta attenzione questa esclusiva del Segno, curata dal direttore Andrea Sebastianelli, a cui abbiamo dato il titolo “Il palazzo dei segreti” per un motivo semplice: quando Crestini divenne sindaco (2016) disse che il Comune sarebbe diventato una casa di vetro, dove tutto si sarebbe svolto in trasparenza. Quest’incontro del 18 febbraio, a cui presero parte oltre al sindaco Crestini anche l’assessore all’urbanistica Laura Zecchinelli e l’assessore ai servizi sociali Danilo Romei,  smentisce questa promessa, e dimostra che nel silenzio dei segreti vive un sottobosco della politica che si nutre di verità, mezze verità, menzogne e omissioni. Tra gli argomenti più delicati di cui si è parlato in quest’incontro, c’è anche quello relativo a opere abusive realizzate da alcuni dipendenti comunali e il lavoro sulle perimetrazioni avviato, stando alla versione del sindaco, dall’allora assessore all’urbanistica Barbara Barboni, che poi se lo sarebbe portato via. Proprio così! Buona visione.

 

(La trascrizione integrale dell'inchiesta la trovate cliccando sotto)

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il Segno prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com