Rifiuti di Roma, Rocca di Papa indicato come sito di trasferenza

December 7, 2019

La notizia diffusa questa mattina dal quotidiano Il Messaggero non lascia scampo ad equivoci: Rocca di Papa sarebbe uno dei sei comuni individuati per risolvere il problema dei rifiuti della Capitale. L'elenco sarebbe stato prodotto in seguito all'individuazione di aree militari dismesse che potrebbero essere riutilizzate come siti di trasferenza dei rifiuti. A Rocca di Papa sarebbero state individuate due di queste aree. La prima si trova sotto monte Cavo sul lato che guarda verso le Faete e il quartiere dei Campi d'Annibale, dove insiste una caserma dell'Aeronautica, mentre resta ignota la seconda area volendo escludere la vetta di monte Cavo, inidonea per questo tipo di attività.

 

Ma che cos'è un centro di trasferenza per i rifiuti? Si tratta di un'area appositamente attrezzata in cui finiscono alcune tipologie di rifiuto le quali vengono scaricate dai compattatori in una pressa e successivamente compattate all’interno di cassoni scarrrabili per poter poi essere trasportate negli impianti finali. Rocca di Papa, dunque, potrebbe essere invasa da centinaia di camion giornalieri che attraverserebbero il quartiere montano dei Campi d'Annibale, la cui viabilità non riesce nemmeno a far arrivare i bus del Cotral! 

 

Ma come si è arrivati a questa proposta? Quello che sappiamo è che la Regione Lazio avrebbe chiesto al Ministero della Difesa un elenco contenente tutti i siti dismessi o in via di dismissione da trasformare in impianti di trasferenza e trattamento per risolvere l'emergenza venutasi a creare a Roma con la gestione dei rifiuti.

 

Tra questi Comuni vi è anche Bracciano, il cui sindaco Armando Tondinelli, ha subito messo le cose in chiaro dichiarando che "Bracciano non pagherà il prezzo dell'incapacità del sindaco di Roma Virginia Raggi e del Governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Sono pronto a scendere in piazza con tutta Bracciano". La  presa di posizione del sindaco di Bracciano è insomma un no secco all'Ama, l'azienda romana che gestisce la raccolta e il trasporto dei rifiuti, e alla Regione in vista di una riunione prevista per martedì 10 dicembre alla quale parteciperà anche il Ministero della Difesa. Questa riunione sarà decisiva al fine dell'individuazione dei siti.

 

Sarebbe il colpo definitivo per un paese, Rocca di Papa, che già paga un prezzo altissimo ospitando da quaranta anni una cinquantina di tralicci radiotelevisivi che servono quasi tutto il centro Italia e che hanno praticamente distrutto un'area storico-naturalistica unica nel suo genere, monte Cavo, che rappresentava il luogo turistico di eccellenza dei Castelli Romani.

 

Ancora una volta, però, quello che accade è anche colpa di una politica locale miope che in questi anni non ha saputo gestire il proprio territorio. La chiusura della base Aeronautica di monte Cavo ha visto un'amministrazione comunale (sia quella targata Boccia-Sciamplicotti-Fei sia quella targata Crestini-Cimino) totalmente assente nel rilevare i siti abbandonati dai militari per trasformarli in luoghi di pregio a servizio della cittadinanza. Un disinteresse che favorisce progetti come quello oggi avanzato dal Ministero della Difesa. Adesso però è il momento della mobilitazione per evitare che Rocca di Papa diventi la pattumiera di Roma.

 

La vicesindaco reggente di Rocca di Papa, Veronica Cimino, ha fatto sapere che protesterà verso questa decisione. Vorremmo però sapere una cosa: ieri, venerdì 6 dicembre, diversi sindaci dei Comuni della Provincia di Roma si sono mobilitati manifestando in Campidoglio contro la decisione di portare i rifiuti della Capitale nei paesi del circondario. Lei, Cimino, dov'era? Perché non ha partecipato a questa importante protesta?

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Dalla parte dei lettori
Andrea Sebastianelli
Direttore Responsabile
Il Segno, che non ha mai usufruito
di finanziamenti pubblici, nasce
nel 2002 per riempire un vuoto:
far conoscere ai cittadini tutte quelle notizie altrimenti destinate a rimanere chiuse nei cassetti dei politici.
Questo è l'impegno che
portiamo avanti ancora oggi.
Leggi qui l'ultimo numero
Il Segno prima pagina.jpg
Consulta l'archivio online
Il Segno su Facebook
Sostieni la nostra libertà
Inviaci un contributo
Associazione Culturale
Editoriale il Segno
Via dei Monti, 24
00040 Rocca di Papa (Roma)
Banca di Credito Cooperativo
dei Castelli Romani e del Tuscolo
N. IBAN:
IT-12-Q-07092-39230
0000-0011-0977

Also Featured In

    Like what you read? Donate now and help me provide fresh news and analysis for my readers   

© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com